Per un futuro migliore

Dove dorme il tuo cane?

cane_che_dorme

Dove dorme il tuo cane?

Consigli e norme comportamentali per una giusta convivenza con l’amico a 4 zampe.

E’  importante non confondere le zone della casa: fin da quando il cane è cucciolo deve avere un posto tutto suo dove potersi rifugiare in momenti di stanchezza, stress, o solamente per puro relax.
La maggior parte di noi iniziamo a condividere il letto con l’amico a 4 zampe, perché abbiamo ceduto alle astute ed ingegnose richieste del piccolo e tenero batuffolo appena arrivato a casa. In poche parole ci facciamo intenerire dai suoi occhioni dolci….Cosa fare allora se non si è stati abbastanza forti da resistere e gli hai o dato un’abitudine che ora vuoi modificare?
LA NANNA NELLA SUA CUCCIA

Tieni presente che un cane a cui è stato concesso di dormire con noi difficilmente ci ascolterà e dopo un po’ è molto probabile che tornerà nel posto che naturalmente ritiene spettargli di diritto….. il nostro letto.

Tuttavia si può provare, prima di coricarsi, a metterlo a fare la nanna nel suo lettino coccolandolo e elogiandolo verbalmente. Il lettino dovrà essere  posizionato davanti all’ingresso della camera o in un punto in cui il cane abbia comunque la possibilità di mantenere il contatto visivo con noi. Mai chiuderlo fuori  dalla stanza perchè si sentirà escluso e certamente vorrà venire vicino a noi.

Alcuni istruttori cinofili consigliano di montare un cancelletto davanti alla porta e, in caso di soggetti particolarmente “ribelli”  sponde intorno al letto. Ricordiamoci però di consentire sempre al cane di vederci e di premiarlo per i suoi comportamenti corretti. Personalmente preferiamo di evitare cancelletti o barriere perchè, alla fine, vengono sempre aggirate 🙂

UNO STRATAGEMMA MOLTO DIFFUSO
I cani, si sa, amano stare comodi, ecco allora il tallone d’Achille sul quale fare leva. Una volta che il tuo amico si sarà a letto, occorre fingere di dormire e iniziare a muoverti di continuo per dargli fastidio in qualunque altro modo e costringendolo a cambiare spesso posizione.

Fai attenzione a non parlare o ad aprire gli occhi, deve poter credere che le tue azioni di disturbo sono involontarie e non riferite alla sua presenza.  In caso contrario assumerà un atteggiamento di difesa diventando ancor più tenace. Qualora avesse reazioni aggressive, rimanete perfettamente immobili, come se il tuo movimento fosse stato occasionale e del tutto casuale, fino a quando non si sarà sistemato di nuovo.

Se sopporta non devi darti per vinto, a costo di sacrificare il tuo sonno anche per più di una notte, ma continuare a comportarti in questo modo. Alla fine sarà lui stesso, esasperato, a decidere  di scendere per andare a cercarsi  un posto migliore dove poter riposare. Devi avere cura di preparargli un giaciglio confortevole, ai piedi del letto o appena fuori dalla porta aperta, nel quale metterai qualcosa di suo, una copertina o il gioco preferito.

CANE NEL LETTO, SALUTE A RISCHIO?

“Pericoloso e non igienico” Ad affermarlo è un’autorità in materia: il dottor Fred Landeg, uno dei più autorevoli specialisti del Regno Unito, recentemente dimessosi dall’incarico di Chief Veterinary Officer. Prima di lasciare il suo posto, il “Capo Veterinario” del governo britannico ha voluto lanciare un monito a tutti coloro che hanno animali domestici: va bene che sono “domestici”, ma ricordate che sono anche animali. Nuove malattie emergenti, come il morbo della mucca pazza e l’influenza aviaria, “possono colpire gli animali domestici così come quelli da allevamento”, ammonisce il dottor Landeg, “e molte di queste malattie sono trasmissibili dagli animali all’uomo”.

“Nessun pericolo”  lo dice l’Organizzazione Mondiale della Sanità la quale afferma che la compagnia degli animali produce enormi benefici ai loro proprietari e non rappresenta un pericolo per nessuno”. Replica il Veterinario Capo: “Ci sono indubbiamente benefici nel vivere con un cane, ma chi vive con gli animali dovrebbe seguire ragionevoli procedure d’igiene. Occorre un approccio equilibrato”. Peccato non poter sentire anche il parere dei cani.

NDR: Personalmente metto a dormire i miei 2 piccoli levrieri italiani, puliti e pettinati,  nella loro cuccia ai piedi del letto…. Poi durante la notte loro vengono piano piano sotto le coperte ed al mattino apro gli occhi e vedo il loro musino sul cuscino o addirittura mi sveglio letteralmente “abbracciato” a uno dei due… sbaglio? ma sono felice così!

(certo che per i cani che vivono in giardino il discorso è un po diverso).

BAU!