Per un futuro migliore

NO alla Depenalizzazione! Firma la petizione

Al Presidente Del Consiglio dei Ministri Matteo Renzi

In nome della semplificazione, il Governo RENZI vorrebbe depenalizzare il reato di maltrattamento degli animali e il Consiglio dei Ministri ha già dato il via libera...

Dieci anni di norme penali contro maltrattamenti e uccisioni di animali finiranno nel cestino se sarà approvato lo “Schema di Decreto legislativo recante Disposizioni in materia di non punibilità per particolare tenuità del fatto” per tutti i reati con pene detentive non superiori nel massimo a cinque anni di reclusione.

I reati depenalizzabili in questa categoria sono:

  • l'introduzione o abbandono di animali in fondo altrui (art.636 cp)
  • i reati penali in danno agli animali come il 544-bis (Uccisione di animali)
  • il 544-ter (Maltrattamento di animali)
  • il 544-quinques (Divieto di combattimento di animali)

Tutto questo per ridurre il carico di lavoro dei magistrati, giudici e tribunali.

INCREDIBILE !!! Questo è il futuro??? 

Occorre condividere e far firmare questa importante petizione perchè porteremo personalmente nelle mani di RENZI migliaia di firme. Questa assurdità NON deve diventare legge. 

E' di assoluta importanza non tornare indietro al medioevo circa la tutela e i diritti sugli animali conquistati dopo anni di lotte. E' impensabile che uno Stato CIVILE non si renda conto che la tutela degli animali, come esseri senzienti, è fondamentale per la sua cultura e civiltà.

E' impensabile non condannare una persona che uccide o abbandona un animale in modo premeditato. Non vogliamo i combattimenti clandestini fra cani che sono specchio di grande crudeltà e inciviltà. Gli animali d'affezione devono essere considerati parte integrante della famiglia.

Per questo diciamo NO alla depenalizzazione dei reati contro gli animali.  CONDIVIDI !